Street food e cibo di strada in tutta Italia

Street food MApp, l’app Android per il cibo di strada a Milano

Street food MApp, l’app Android per il cibo di strada a Milano

SHARE
, / 1698 0

Street food MApp, l'app Android per il cibo di strada a Milano

Street Food MApp : Una app Android per localizzare chioschi e furgoni di cibo di strada a Milano

Scarica l’app per Android su Google Play»

Street food MApp è un’app interattiva e gratuita che dà informazioni e localizza gli oltre 120 chioschi e furgoni che a Milano vendono cibo di strada. A questi punti vendita si aggiungeranno, nei prossimi sei mesi, i 27 punti vendita che verranno aperti all’interno di Expo 2015.

Street Food MApp è pensata per chi consuma cibo di strada e permette di cercare i punti vendita in base alla propria posizione e ai cibi offerti, di visualizzare le schede dei venditori con foto, nome, orari, menù, disponibilità di posti a sedere, breve storia del punto vendita, link al sito e ai social network, e di avere a portata di mano l’elenco dei festival e degli eventi di street food.

Street Food MApp è realizzata dall’Università di Milano-Bicocca e dall’Associazione Street Food SQUARE, che ha ricevuto il patrocinio di Expo Milano 2015. Scaricabile in inglese su smartphone Android, a breve sarà disponibile anche per iOS – Apple.

Street Food MApp è stata ideata da Stefano Marras, fondatore e presidente di Street Food SQUARE, un’associazione senza scopo di lucro con l’obiettivo di sviluppare e diffondere buone pratiche di commercio, consumo e gestione del cibo di strada. Lo sviluppo dell’App è del Software Architecture Laboratory coordinato da Daniela Micucci, ricercatrice di Architetture Software del Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione dello stesso Ateneo.

Nella prima release di upgrade (prevista per fine 2015), a differenza di altre applicazioni sul tempo libero, Street Food MApp diventerà un’App-Forum per utenti e proprietari dei chioschi che potranno scambiarsi informazioni e promuovere azioni di sensibilizzazione verso le amministrazioni locali sulla regolamentazione dei chioschi, spesso precaria, e sulle difficoltà burocratiche che interessano il settore. I consumatori potranno valutare e commentare i punti vendita, segnalarne di nuovi, ricevere feed dai venditori, ordinare e pagare online ottenendo punti di fidelizzazione, chattare con gli altri followers. I venditori potranno aggiornare la propria posizione, aggiornare i clienti sul tempo di attesa, rispondere ai commenti degli utenti, avere followers a cui inviare feeds in tempo reale, offrire sconti.

Rispondi

Your email address will not be published.